Perché scegliere un pappagallo come animale domestico

Chi non conosce i pappagalli? Praticamente nessuno! Sono super intelligenti, divertenti e coloratissimi. Appartengono all’ordine degli Psittaciformi e ne esistono circa 393 specie. I pappagalli sono uccelli prevalentemente tropicali, caratterizzati da becco ricurvo inconfondibile, zampe zigodattile, e colori sgargianti. Il loro volo è veloce, diretto e poco acrobatico e la particolare conformazione delle loro zampe gli permette di essere degli ottimi arrampicatori e di manipolare gli oggetti quasi come se avessero il pollice opponibile.

I pappagalli sono, assieme ai corvidi, i più intelligenti tra tutti gli uccelli e tra i più intelligenti animali al mondo. I loro richiami sono generalmente molto rumorosi, acuti e poco melodiosi ma imparano molto facilmente a imitare suoni e rumori ambientali, compresa la voce umana. Il record di parole memorizzate, quasi 1800, spetta a un maschio di Parrocchetto Ondulato (Melopsittacus undulatus).

Un pappagallo Cenerino africano di nome Alex, ha dimostrato di saper usare le parole con cognizione di causa! Associandole ad oggetti, azioni e persino concetti astratti!

Sono animali fortemente sociali e monogami, legandosi ad un solo partner per tutta la loro vita. Solitamente maschio e femmina sono indistinguibili ma per alcune specie, come il pappagallo eclettico (Eclectus roratus), questa differenza è incredibile! Il maschio è verde con il becco rosso e giallo, la femmina è rossa e blu con il becco nero.

Generalmente i pappagalli nidificano in cavità degli alberi e l’unico pappagallo che crea delle vere e proprie colonie è il Parrocchetto Monaco (Myiopsitta monachus), qui sotto:

Il Parrocchetto monaco inoltre è uno dei più adattabili, essendo stato introdotto in numerose città del mondo, dove ormai si è perfettamente insediato. Qui, uno stormo a Madrid:

Tra i pappagalli più “inusuali” non possiamo non citare le due specie neozelandesi, le uniche non tropicali: il Kea (Nestor notabilis) e il Kakapo (Strigops habroptila).

Il Kea, qui sotto:

è un pappagallo onnivoro che vive in zone montuose, anche con la neve. E’ uno dei pappagalli più intelligenti e in cattività è molto impegnativo, dato il suo enorme bisogno di attenzioni e stimoli. E’ una specie super protetta perché in passato è stato cacciato quasi fino all’estinzione. E sapete il motivo? E’ un uccello estremamente dispettoso! Si diverte a vandalizzare auto, case e tutto quello che è alla sua portata (praticamente tutto):

E inoltre è noto per posarsi sul dorso delle pecore cibarsi del loro grasso sottocutaneo mentre sono ancora vive, facendole poi morire a causa delle conseguenti infezioni.

Il Kakapo, qui sotto:

invece è l’unico pappagallo attero (ossia non in grado di volare) rimasto al mondo. E’ anche l’unico pappagallo notturno e quello più massiccio (può arrivare fino a 4 kg). Questa specie è a rischio estinzione per via di molti fattori, principalmente l’introduzione di predatori terrestri nella sua terra d’origine e il basso tasso riproduttivo. Attualmente è in corso uno scrupolosissimo programma di recupero della specie. Al mondo esistono, ad oggi, meno di 200 esemplari.

Tra i pappagalli di maggiori dimensioni ricordiamo anche gli Ara, di cui esistono 8 specie. Qui sotto, un Ara Giacinto, il più grande al mondo:

I pappagalli vengono tenuti come animali da compagnia da diversi secoli. Oggi moltissime specie vengono allevate in cattività e sono uno degli uccelli da compagnia più diffusi. Basta pensare al diffusissimo Parrocchetto Ondulato (detto anche “cocorito”), agli inseparabili (famiglia Agapornis), ai parrocchetti, alle amazzoni e ai cacatua. C’è un’ampissima scelta di forme, dimensioni e impegno richiesto.

Ma, prima di adottare un pappagallo, è bene sapere che questi non sono animali da prendere alla leggera. Sono uccelli molto impegnativi perché, essendo particolarmente intelligenti, hanno costante bisogno di attenzioni e stimoli dal mondo che li circonda. In caso contrario potrebbero sviluppare dei disturbi comportamentali anche gravi, tanto da rendere addirittura necessario affidarli a dei centri specifici (e costosi) per la riabilitazione.

Qui sotto, un cacatua che a causa dello stress da incuria si è strappato quasi tutte le piume del corpo:

Vediamo ora quali sono i pro nell’avere un pappagallo come migliore amico:

  1. Sono animali intelligentissimi e svegli, con cui instaurerai un profondo rapporto di fiducia e con cui potrai giocare e divertirti quasi come se fosse un essere umano
  2. Sono amici “per la vita”. I pappagalli vivono molto tempo, dai 15 anni delle specie più piccole, agli oltre 100 anni (117!!!) per il Cacatua ciuffo giallo
  3. Sono uccelli molto facili da reperire, anche allevati “a mano”, quindi molto più socievoli e docili con le persone (ovviamente i prezzi aumentano)
  4. Sono tra i più addestrabili di tutti gli uccelli, e potrai persino abituarli al “free flight”, ovvero a volare all’aperto.
  5. Ci sono numerosissime guide online per aiutarti a prenderti cura dei pappagalli nel migliore dei modi.

Nonostante siano molto comuni in cattività, molte persone li prendono troppo alla leggera e finiscono per pentirsene e per trascurare i loro pennuti. Vediamo ora gli aspetti negativi:

  • Hanno bisogno di molte attenzioni e di molti stimoli dall’ambiente che li circonda
  • In cattività possono sviluppare disturbi comportamentali anche gravi ed autolesionisti, come lo strapparsi tutte le piume dal corpo
  • Le specie grandi sono molto costose (anche 8000€) e impegnative
  • Lo svezzamento per le specie grandi è molto lungo, e in quel periodo necessitano di essere alimentati manualmente ogni 2 ore
  • Sono animali che possono mordere e fare anche molto male e i loro acuti possono danneggiarvi i timpani
  • Sono permalosi, si offendono molto facilmente e possono essere molto possessivi nei confronti di oggetti e anche esseri umani
  • Possono “crescere male”: se non vengono seguiti a dovere soprattutto nei primi mesi, da adulti diventano capricciosi e intrattabili e può essere necessario darli via o affidarli a centri di recupero per pappagalli
  • Imparano le parolacce! Quindi dovrai stare attento a quello che dirai, se non vorrai fare figuracce con gli ospiti.

Concludendo, se sei disposto a dedicargli l’impegno e le attenzioni necessarie, un pappagallo sarà un compagno inseparabile e ti darà emozioni uniche!

Ecco infine uno dei tantissimi video di pappagalli su YouTube:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...